IL PROGETTO

IRPINIA MADRE – Contemporanea è un progetto pensato per la valorizzazione e la promozione di una serie di percorsi turistici, attraverso la realizzazione di eventi culturali, ispirati a varie forme ed espressioni artistiche. Finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del “PIANO di AZIONE COESIONE – PROGRAMMA di EVENTI PROMOZIONALI” il progetto ha quale Capofila il Comune di Gesualdo, e coinvolge altri 7 Comuni: Altavilla Irpina, Bagnoli Irpino, Bisaccia, Caposele, Monteverde, Rotondi, Senerchia, tutti in provincia di Avellino, e prevede un programma integrato di iniziative di diverse forme di arte contemporanea, per la valorizzazione degli attrattori culturali e naturali presenti nei diversi territori:

– i castelli, i borghi, i palazzi storici, le chiese e le aree archeologiche;

– le eccellenze enogastronomiche;

– i beni ambientali e paesaggistici e le risorse ambientali.

Tutti gli elementi di attrattività turistico – culturale sono stati messi in rete attraverso la costruzione di eventi e ad hoc e itinerari attraverso azioni di comunicazione e promozione integrata.

L’obiettivo è promuovere e valorizzare specifici siti di particolare interesse storico e artistico, architettonico, archeologico, ambientale, i beni culturali, materiali ed immateriali (inseriti nell’ambito di circuiti turistici cosiddetti “minori”) e le eccellenze enogastronomiche. L’idea del progetto è partita da una suggestione: sono trascorsi ormai vent’anni da quando un noto servizio della Rai Tv (oggi facilmente reperibile in rete) suggeriva di accostare la musica di Carlo Gesualdo all’arte contemporanea per ottenerne l’esatta comprensione; così come aveva fatto Igor Stravinsky, studiando Guernica di Picasso, prima di partire alla volta di Gesualdo nel lontano 1956.

E’ proprio questa l’idea ispiratrice della parte progettuale che soddisfa in pieno la finalità principale dell’avviso, proponendo una serie di eventi multidisciplinari, attraverso i quali arti visive, cinema, fotografia, teatro, musica diventano strumenti di marketing per valorizzare l’Irpinia a livello nazionale ed internazionale.

Strettamente interconnessi fra loro e profondamente integrati nel tempo e nello spazio, gli eventi che si svolgeranno, fra settembre 2015 e gennaio 2016, nel centro storico di Gesualdo (nel Castello che fu Signoria e dove alloggiò Carlo Gesualdo), ed in altri Comuni quali Bisaccia,

Monteverde, Bagnoli Irpino, Senerchia, Caposele, Altavilla Irpina, Rotondi, tutti in provincia di Avellino.

Durante il periodo della manifestazione, tali località saranno protagoniste di un processo integrato di valorizzazione turistica e culturale attraverso una partecipazione attiva delle comunità locali al fine di attirare significativi flussi turistici.

I diversi eventi artistici saranno funzionali alla creazione di un immaginario e di nuove modalità per la fruizione dei beni architettonici ed ambientali selezionati e dislocati sul territorio su cui si andrà ad intervenire. Al fine di intercettare flussi turistici internazionali, inoltre, il Progetto si propone di promuovere l’iniziativa nell’ambito dell’esposizione Universale Expò 2015, che vede il coinvolgimento di oltre 150 Paesi (con circa 20 milioni di visitatori attesi) ed è una vetrina privilegiata di promozione territoriale. Gli eventi previsti dalla proposta saranno presentati ad Expo 2015 al fine di far conoscere, ai potenziali visitatori sia gli itinerari legati al territorio di riferimento, sia gli elementi di eccellenza coerenti con le tematiche proprie dell’Esposizione, con particolare riguardo ai temi della corretta alimentazione basata sui principi della dieta Mediterranea.